Cui prodest?

aggiornato il: 9 febbraio 2016 Stampa pagina Stampa pagina

Dedicheremo un più ampio spazio a questa delicata questione, perché non è escluso che la società riceva un beneficio dall’attuale interpretazione e dell’attuale uso della normativa. Del resto le opinioni qui espresse potrebbero essere sbagliate, né vogliamo pensare che siano in atto complotti.

Ci limitiamo solo a riportare la normativa:

Il Ministro dei trasporti, di concerto con i Ministri della sanità e del tesoro, determina i diritti dovuti dagli utenti per le operazioni di competenza delle commissioni mediche locali, le quote da destinare per le spese di funzionamento delle stesse, comprese quelle relative all’ufficio di segreteria, nonché le quote per gli emolumenti ed i rimborsi di spese ai componenti delle commissioni medesime. La misura dei diritti dovuti dagli utenti deve essere determinata in modo tale da garantire l’integrale copertura delle spese di funzionamento delle suddette commissioni (D.P.R. 495/92, art. 330, c. 17).

Lascia una risposta

Vuoi domandare qualcosa a CML Roma 1 adesso basta? Assicurati di aver letto le domande frequenti, altrimenti scrivi a domande@cmlroma1-adessobasta.it

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati *