pubblico-privato

Pubblico o privato … c’è qualcosa di sbagliato!

Pubblicato il

Grandi novità per tutti coloro che devono effettuare il rinnovo o il rilascio della patente di guida presso la CML Roma 1.

La procedura è in parte cambiata, nel mese di maggio. Le novità riguardano le modalità degli accertamenti clinico-tossicologici e psichiatrici richiesti per lo più a chi, in seguito alla sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza o di alterazione psicofisica, deve recarsi presso Lungo Tevere della Vittoria per rinnovo o rilascio.

Cosa cambia

In sede di visita medica presso la CML Roma 1 vengono richiesti, a discrezione della Commissione, degli accertamenti per stabilire l’idoneità alla guida del richiedente il rinnovo o rilascio della patente.

Per quanto riguarda gli accertamenti clinico-tossicologici non sono più previsti i classici due protocolli (analisi del sangue e tre analisi delle urine il primo, analisi del sangue, del capello e un’analisi della urine il secondo), ma solo uno.

La Commissione ha deciso di adottare d’ora innanzi solamente il I protocollo, per il quale le specifiche analisi richieste non sono cambiate e sono tali e quali a quelle trattate nell’apposita pagina.

Ma non è questo il cambiamento più significativo. La grande rivoluzione è che d’ora innanzi tutti gli accertamenti potranno essere eseguiti solamente presso strutture pubbliche. Sì, avete capito bene, niente più strutture private o liberi professionisti: un’inversione di 360° rispetto a quello che era da anni la consuetudine.

NOTA BENE. Le cancellature nel testo qui sopra e più sotto indicano che quelle informazioni non sono più valide (lo sono state per un periodo di alcuni mesi, durante il quale il II protocollo era stato soppresso). Il testo è stato lasciato così perché il contenuto rispetto alla data di pubblicazione non deve essere cambiato. Per chiarezza: entrambi i protocolli sono oggi proposti dalla Commissione, ma è possibile seguirli solo in strutture pubbliche (10/10/2017).

Perché cambia

Non è chiaro il perché di questo cambiamento. Del resto è raro che nella sanità pubblica si sconvolgano protocolli e procedure collaudate ormai da anni. Purtroppo la Redazione non è a conoscenza del casus belli che abbia portato la Commissione a tali gravi decisioni.

Siamo nel campo delle congetture e delle ipotesi dunque.

Innanzitutto è necessario precisare che nella procedura “classica” non si trovava nulla che non fosse previsto dalla normativa, come il testo di seguito chiarisce. Per gli accertamenti la Commissione può infatti:

Avvalersi di singoli consulenti oppure di istituti medici specialistici appartenenti a strutture pubbliche, con onere a carico del soggetto esaminato (D.P.R. 495/92, art. 330, c. 6).

Certo, si potrebbe obiettare che gli accertamenti da effettuare in laboratorio, prendendo alla lettera la normativa, sarebbero previsti solamente presso «istituti medici specialistici appartenenti a strutture pubbliche», perché chi provvede a prelievi di sangue, urine o capello non è certo un “singolo consulente”, ma una struttura privata. La questione però non può essere trattata in maniera così apodittica, perché il “singolo consulente” non potrebbe infatti operare entro strutture private?

Per quanto riguarda gli accertamenti psichiatrici il caso non si pone: lo psichiatra operante come libero professionista rientra a tutti gli effetti nella categoria dei «singoli consulenti».

L’unica ipotesi plausibile è che la Commissione abbia realizzato che non era molto opportuno indicare in atti pubblici (quali sono le richieste degli accertamenti) delle specifiche strutture o degli specifici nominativi, pubblici o privati che fossero.

Ma il motivo per cui la Commissione non accetta più accertamenti provenienti da strutture private o da liberi professionisti non è chiarito. Né è possibile ipotizzare la concussione da parte di qualche struttura privata, perché allora penalizzare un intero settore?

Chissà, forse un giorno la Commissione darà una risposta.

Per quanto riguarda la soppressione del II protocollo è chiaro che questa sia dipesa della scelta di escludere le strutture pubbliche: nessuna struttura pubblica effettua analisi del capello.

Si cambia in meglio o in peggio?

A giudizio della Redazione la CML Roma 1 ha fatto un passo falso. Il cambiamento della procedura comporta una tra due conclusioni, dove la terza non è data:

  • La procedura “classica” era sbagliata.
  • La procedura “nuova” è sbagliata.

Quindi … pubblico o privato, qualche sbaglio c’è o c’è stato. Altrimenti perché cambiare delle usanze ormai consolidate e ripetute in maniera automatica?

A giudizio della Redazione si cambia in peggio. Perché? Semplice, gli estremismi vanno evitati e maggiore sarà la scelta a tua disposizione, maggiore sarà la possibilità di trovare quello che a te è più congeniale.

Perché penalizzare il pubblico o il privato? Meglio lasciare a te la scelta su dove eseguire delle analisi che né sono coperte dal Servizio sanitario nazionale, né sono previste nello specifico da alcuna normativa.

C’è poi la soppressione del II protocollo, quello che prevedeva l’analisi del capello. Tale possibilità era utile perché riduceva a una singola seduta gli accertamenti clinico-tossicologici, che quindi potevano concludersi in un giorno, rispetto al I protocollo che prevede tre richiami nell’arco di tre settimane. Insomma, uno smacco a chi s’impegna seriamente nel controllare il proprio uso di alcool o sostanze stupefacenti.

Da un punto di vista pratico c’è ora il problema di scegliere la struttura pubblica. Nei nuovi moduli rilasciati dalla Commissione non è fornita infatti alcuna indicazione su dove sia possibile effettuare gli accertamenti, un fatto problematico perché non tutte le strutture pubbliche dispongono di laboratori idoneamente attrezzati o di professionisti qualificati agli accertamenti richiesti.

Ma non sarebbe stato possibile ottenere una lista delle strutture pubbliche dotate di laboratori dove poter effettuare le analisi richieste? Ma se non lo sa chi opera nella Pubblica sanità, che cosa ne può sapere il singolo cittadino? Deve chiamare una per una tutte le strutture pubbliche della Capitale finché non azzecca quella giusta?

Ma va bene, per questo è nato CML Roma 1 adesso basta! per aiutare chiunque si trovi in difficoltà nelle procedure di rinnovo o rilascio patente presso Lungo Tevere della Vittoria. Una mano per quanto rigurada la visita psichiatrica la Redazione l’aveva già fornita in un articolo e in una pagina con l’elenco dei CSM di Roma.

La Redazione continuerà ad aiutarvi, cercando le migliori soluzioni e offrendo il miglior servizio che sia possibile. Continuate e leggere CML Roma 1 adesso basta e tenetevi aggiornati!

PS. Un grazie particolare a ***** *. che ha indicato alla Redazione dei cambiamenti in atto, raccontando la sua esperienza e producendo tutta la documentazione.

25 thoughts on “Pubblico o privato … c’è qualcosa di sbagliato!

  1. Emiliano Bruschi

    Buongiorno a tutti.
    scrivo perche’ vorrei porvi una domanda…perche’ scrivete cose infondate?
    Allora non e’ assolutamente vero che il secondo protocollo(analisi sangue,urine,capello)e’ stato abolito.
    Ho letto questo articolo il giorno prima di andare a prenotare la prima visita,quella oculistica,e come uno stupido mi sono fidato di quello che c’era scritto qui e quindi ho tagliato tutti i capelli.
    Essendo il quarto rinnovo questa volta volevo accellerare i tempi facendo proprio l’analisi del capello,ma sono stato stupido io a fidarmi.
    Quindi non scrivete cavolate se non ne siete asssolutamente certi .
    Secondo,la visita psichiatrica e’ stata abolita,per fortuna,e questo e’ un dato positivo,nel foglio che mi hanno dato dopo la visita oculistica infatti nn ve ne e’ traccia ed una dottoressa alla asl mi ha confermato che quel tipo di visita non e’ piu’ prevista,ora non vorrei scrivere una cosa infondata,nel senso che magari in qualche caso limite la prescrivono,pero’ ripeto la dottoressa alla asl ha detto testuali parole:la visita psichiatrica non e’ piu’ prevista.
    Per quanto riguarda le strutture dove si possono fare le analisi,posso fornire una piccola lista che mi hanno dato per telefono quelli del Santo Spirito a Roma.
    -Grasssi di Ostia
    -Umberto primo-
    -tor vergata-
    -Policlinico Gemelli
    Un saluto a tutti e vi prego informatevi bene prima di scrivere cose forvianti.
    Grazie

    Replica
  2. saverio

    Confermo che il secondo protocollo si può fare. La visita psichiatrica è a discrezione della commissione, ad alcuni la danno, ad altri no. Io ho fatto gli esami a Via Pigafetta e a causa della presenza di un grandissimo numero di candidati del concorso ministeriale per Vigili del Fuoco ci ho messo 5 ore a fare i tre prelievi, sangue, urina e pelo.
    Anche con i capelli corti l’esame su “matrice cheratinica” si può fare, a patto che abbiate i peli delle ascelle o del pube abbastanza lunghi e folti.

    Replica
    1. Alessandro

      Ciao Saverio, presso quale ospedale hai trovato la disponibilità delle analisi del capello?
      Il Grassi di Ostia dice che non le fa.

      Replica
      1. Saverio

        Ciao Alessandro, l’ho fatta presso la cosidetta “Asl Ferrovieri” in Via Pigafetta. Se è la prima volta che lo fai ricorda che non è una cosa automatica, potrebbe succedere che tu abbia i capelli troppo corti, quindi si passa ai peli del petto, delle ascelle o del pube. Quando la facevo a Piazza Risorgimento erano molto più fiscali con la scelta dei peli e me li prendevano dal pube perchè erano gli unici abbastanza lunghi e folti. Questa volta a Via Pigafetta gli sono bastati quelli più radi delle ascelle. Altra cosa, non è che ti staccano un pelo e via, si prendono TUTTI i peli che hai, o comunque tre belle ciocche folte.
        Ricordarsi anche che a Via Pigafetta il costo è più elevato (con anche le urine e il sangue 310€) e il fatto che non accettano carte o bancoposta ma solo carte del circuito PAGOBANCOMAT. Ho provato invano a pagare con l’app bancoposta sul cellulare davanti alla cassiera, ma mi ha chiesto di andare all’ufficio postale più vicino e fare il bollettino così poteva prendersi un bel, rassicurante, distruttore di foreste, antiquato pezzo di carta.

        In bocca al lupo!

        Replica
        1. Alessandro

          Grazie della risposta Saverio!
          No, non è la prima volta che lo faccio, ma prima andavo a viale marconi in una privata. Dopo un giro di telefonate ho scoperto che Tor Vergata è l’unico tra gli ospedali grossi a fare la cheratinica e lunedì andrò là. Il costo è inferiore alla Asl di cui dici (192 euro), quindi boh, lascio questa informazione qui. Ricordo che si impuntano un po’ sulla lunghezza dei capelli, le altre volte comunque con 3-4 cm dietro la nuca brontolarono solo ma poi li presero. Lunedì vi informo su come funziona a Tor Vergata.
          Ah, e sarebbe bello se voi della redazione di adessobasta cambiaste l’info sbagliata sulla soppressione del protocollo due. Il lavoro che state facendo è ammirevole, però qui vi siete sbagliati. E, il fatto che sia una “mezza verità”, cioè che è vero che la stragrande maggioranza di strutture pubbliche non fa analisi del capello, potrebbe scoraggiare molti. Fate una lista di quelle che ancora la fanno. Per ora Tor Vergata e quella che dice Saverio.
          Magari risparmiamo un mese senza toccare manco una birra a un sacco di gente.
          Saluti.

          Replica
          1. Angelo

            Ragazzi grazie a tutti per le info. Anche io le facevo a piazza risorgimento, ora dovrò scegliere una struttura tra Pigafetta e Tor Vergata per il test del capello. Per quanto riguarda le prenotazioni è uno sbattimento maggiore?

          2. Alexia

            Scusa, in che senso ” magari risparmiamo un mese senza toccare nemmeno una birra a un sacco di gente…? “

  3. Dustin

    Certamente La Cml Rm1 ha reso la vita ancora più difficile alla tribù del girone dei dannati e dei forzati della patente speciale non fornendo più gli indirizzi delle strutture accreditate al controllo dei requisiti psico fisici per il rinnovo della patente (a loro dire giustificando la cosa per ‘problematiche connesse alla legge sulla privacy ‘),giustificazione a mio avviso non affatto pertinente. È sempre più evidente la
    consacrazione ai più alti livelli della pretesa punitiva dello Stato attraverso questa procedura a mio avviso illeggtima ed incostituzionale a vari livelli, in un contesto in cui essendo l’alternativa al ricorso per vie traverse congelata in quanto, come è ben risaputo, gli uffici giudiziari sono al collasso e pertanto anche il migliore avvocato ,anche se impostando il migliore dei ricorsi, lo appenderebbe ad un chiodo per la lungaggine del relativo iter. È pur vero che dalle notizie di cronaca rimbalza spesso l’eco di stragi al volante con soggetti pizzicati alla guida con tassi alcolemici assurdamente alti o sostanze oppiacee,
    e quindi l’eco mediatica è molto potente e da qui si alimenta la pretesa punitiva delle autorità, però l’errore è di creare un’unica tribù di dannati, non distinguendo caso per caso. È qui il punto, non è possibile mettere nello stesso calderone quelli pizzicati totalmente sbronzi o strafatti con tassi superiori a 2gr. /l, con quelli, che dopo una cena con amici, e due bicchierini, vengono fermati all’alcool test con un misero 0.60,0.70, certo non mine vaganti in grado di provocare una strage. Pertanto per questi ultimi soggetti, il percorso riabilitativo per il riottenimento della patente di guida B ordinaria deve essere assolutamente diverso e più spedito, mentre allo stato, la Cml si accanisce impietosamente con cicli di analisi interminabili, fortemente lesivi di ogni dignità e di senso di autostima per quei soggetti che rimangono illimitatamente alle decisioni e determinazioni spesso erronee delle Commissioni mediche. Per tutti i sopracitati motivi è indispensabile un intervento urgente di iter normativo che cambi questa situazione patologicamente illeggittima ed anticostituzionale.

    Replica
  4. Giuseppe

    Buongiorno anch’io oggi ho prenotato presso la CML Rm1 con 2 mesi d’anticipo rispetto alla scadenza della mia patente 3° rinnovo ma, sarà impossibile ricevere il rinnovo entro tale data. Considerate che il 1° giorno utile è il 20 di novembre, a mio avviso uno scandolo ma per i facenti parte della tribù dei dannati forse è la punizione corretta per chi 4 anni fa si è macchiato di guida in stato di ebbrezza.
    Non farò il protocollo che prevede anche il prelievo del capello ma solo urine e prelievo con i tre prelievi, qualcuno può indicarmi dei centri pubblici che li effettuano?
    Grazie mille

    Replica
  5. Angelo

    Ragazzi, senza fare tragedie.. Al momento a lungo siamo messi come i ragazzi di via Marotta, quindi alle brutte si andrà a Pigafetta come tutti. Addirittura per quelli di Mariotta non c’è il secondo protocollo, mentre per noi si.
    Certo non sarà comodo come una volta.. Ma girone infernale mi sembra esagerato. Anche Tor vergata sembra essere organizzata bene sia per primo che secondo protocollo. Che poi noi tutti stiamo pagando come il peggio degli stragisti di stato è indubbio. Ragazzi ovviamente chi ha news riguardo altre strutture ben venga.

    Replica
  6. sandro

    Ciao ragazzi a Tor Vergata costano 152 € sangue e 3 urine invece capello sangue urine 192 € questo e il nr del laboratorio tossicologico di tor vergata per prenotare le analisi: 06 20900422. Vi saluto

    Replica
  7. 05K

    Se non avete saputo adesso lo sapete:

    http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/roma_laboratorio_analisi_visite_patenti_corruzione-3224499.html

    Eccolo li il casus belli.

    LI HANNO ARRESTATI !

    Hanno scelto il pubblico per far restare il racket “in famiglia”….

    Girone dei dannati non è affatto esagerato.

    Una legge del genere ti spinge solamente a bere e drogarti per non pensare alla quantità di soldi e tempo perso per fare questi rinnovi !

    E’ sbagliata, assolutamente applicata in maniera illegale a causa di buchi di legge chiaramente lasciati li volutamente per creare un giro d’affari ENORME.

    Ci sono persone a cui la patente non andrebbe mai più ridata ed altre a cui la patente andrebbe ridata dopo 1 massimo 2 esami di urine e sangue.

    Perché invece in fila alla ASL ti senti dire:

    “aoh a chiccooo, allora?? che è la prima volta che vieni ?? nte preoccupà tanto se rivedemo tutti qua,
    aoh a me è la sesta volta che me la tolgono hahahah l’ultima volta m’hanno pizzicato contromano sul lungotevere mbriaco !!! …..come se fosse un vanto.

    Mi sono sentito dire questo, ad uno dei miei primi rinnovi.

    Per la cronaca, il mio superamento fu di 0,54. Limite = 0,50.

    Ero “fuori” di 0,04 …. 0,04 cari miei… sono passati quasi 10 anni e ancora non ho finito.

    Non so voi, ma sto perdendo le speranze, credo che mi trasferirò all’estero per riprendere li la patente.

    Cordialissimi,

    K

    Replica
  8. CHIARA

    AGGIORNAMENTO DEI COSTI:
    sono stata al GEMELLI stamane 11 01 2018 per il primo protocollo (1 esame sul sangue e 3 sulle urine) il cui costo ammonta in totale a 173,00 euro. Poi ho ritelefonato giù al lungotevere delle vittorie, 3 e purtroppo mi hanno detto che non è che è a discrezione della medicina legale, è che mo castigato tt così; cosa confermata lì al GEMELLI… che nel frattempo si è ben organizzato.
    Quando i prelievi sono conclusi, il che vuol dire che passeranno almeno un paio di settimane… bisogna portare tt alla stanza 113 del lungotevere… dove dopo 20 g sapremo quale condanna: se qualcosa nn gli piace ci chiamano a casa a breve e ci danno da fare altri accertamenti, se la cosa va in porto nell’arco di un altro mese dovremmo avere la sognata patente rinnova, direttamente a casa.
    Conclusione è che alla fine siamo sempre noi a prendercela in quel posto e altri ci guadagnano bei soldoni.

    Replica
  9. Laura

    Salve,
    confermo che la CML di Roma 1 obbliga a caso in uno dei rinnovi a fare l’analisi del capello. Ho sentito dire che in altre ASL ancora non lo richiedono, come ad esempio a quella Via Marotta a Laurentino 38. Potete confermarmelo? Non la richiedono a nessuno? Ci sono altre ASL che non la richiedono? Io cambierò comunque ASL perché a Roma uno sono scortesi, perfidi e con tempi lunghissimi!
    Grazie a tutti

    Replica
    1. Gregoire

      Ciao, puoi dirmi la tua storia? Io devo fare la quarta sessione di visite, mi hanno tolto la patente nel 2011 per 0,7 di tasso alcolemico, mi hanno sempre assegnato il protocollo 1.
      Mai avuto problemi con canne o altro. Da quello che dici e che leggo qua e là alla Asl di Prati sono cambiate le cose e potrebbero farmi fare il capello? Mi sto impanicando…
      Sei stata poi a via Marotta? In caso provo a cambiare in corsa.
      Ti sarei grato in caso di risposta

      Replica
    2. Anna

      Hai saputo qualcosa?
      Scusate qualcuno ha notizie aggiornate su questo esame del capello?
      A via marotta è diventato obbligatorio?
      Dove e come ci si può informare? Grazie.

      Replica
  10. Michele

    Incredibile ma in tutto il territorio dell’Asl RM4 non si trova un CSM che faccia la visita pschiatrica. Per non parlare del test MMPI-2 e del test di attenzione divisa. Unica strada sono Il Santo Spirito e il Gemelli entrambi in Intramenia, con costi superiori alle 200 euro. Praticamente impossibile pagare il semplice ticket a Roma e dintorni. Nessuno è attrezzato per i nuovi protocolli richiesti dalla mitica commissione della Asl RM1.

    Replica
  11. Valerio

    Salve, io devo fare il terzo rinnovo. Da quanto leggo ora le analisi bisogna farle in strutture pubbliche??? Cioè non ti mandano più loro a via Pigafetta?? Non riesco a capire…ultima cosa, si sa se a via Marotta richiedono l esame del capello?? Grazie .

    Replica
    1. Sephiroth

      Le analisi si possono fare solo in strutture pubbliche e pigafetta non rientra più in quella tipologia di strutture.
      Le uniche accreditate sono quelle dove c’è medicina legale, e cioè le tre Università:
      Gemelli
      Tor vergata
      Umberto I

      L’ospedale grassi di Ostia non rientra più nemmeno lui.
      L’esame del capello è a discrezione della commissione. Due mesi fa quando ho fatto il rinnovo a me non l’hanno chiesto e potevo scegliere tutti e due i protocolli, ed ho scelto tuttavia il capello che almeno così in 15 giorni già avevo la patente a casa.
      Ad altre persone in fila con me hanno imposto sia il capello che la psichiatrica, cosa che a me non hanno chiesto. Da quello che ho notato impongono il capello a chi diciamo non si ” presenta bene”, vedono un pò come ti vesti, come parli, il tuo atteggiamento.
      Te lo dico perchè gente un pò trasandata e polemica mentre ci venivano illustrate le modalita degli esami da parte della commissione, ha cominciato a protestare, a tutti quelli gli hanno imposto il capello.
      Se ti posso dare un consiglio vacci vestito non troppo scaciato e cerca di essere il più educato possibile, con me ed altre persone ha funzionato.

      Replica

Rispondi a Laura Annulla risposta

Vuoi domandare qualcosa a CML Roma 1 adesso basta? Assicurati di aver letto le domande frequenti, altrimenti scrivi a domande@cmlroma1-adessobasta.it

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati *