Domande frequenti

aggiornato il: 28 ottobre 2017 Stampa pagina Stampa pagina

Raccogliamo qui le risposte alle domande più comuni a riguardo del rilascio/rinnovo della patente commissionata presso la Commissione medica locale Roma 1.

Questa sezione sarà in continuo aggiornamento: se non trovi quello che cercavi torna a trovarci o cerca nelle altre risorse di CML Roma 1 adesso basta!

In che cosa consistono gli accertamenti tossicologici richiesti dalla Commissione medica locale?

Si tratta di una serie di analisi di tue matrici biologiche (sangue, urine o capello). Queste analisi sono volte ad accertare che tua abbia rispettato un certo periodo di astinenza da alcol e sostanze, che quindi tu possa essere giudicato idoneo alla guida non soffrendo di patologie invalidanti, quali la dipendenza da alcol o il consumo di sostanze psicotrope o stupefacenti. Per approfondire l’argomento ti consigliamo di visitare questa pagina.

In cosa consistono la visita psichiatrica e i test psicodiagnostici richiesti dalla Commissione medica locale?

La visita psichiatrica è un colloquio con uno psichiatra, i test psicodiagnostici sono degli esami che indagano la tua personalità e le tue capacità cognitive. Entrambi questi tipi di accertamento sono previsti da specifiche normative, ma nella pratica possono variare a seconda del professionista presso cui ti rivolgerai. Se desideri saperne di più puoi visitare questa pagina e quest’altra, se vuoi conoscere l’opinione in merito da parte di CML Roma 1 adesso basta puoi leggere questo articolo.

C’è differenza tra gli accertamenti che dovrò effettuare a seconda che la patente mi sia stata ritirata per guida in stato di ebbrezza o di alterazione psicofisica (artt. 186, 187)?

No. Sebbene il Codice dalla strada abbia previsto due articoli, a seconda che l’infrazione avvenga per stato di ebbrezza o di alterazione psicofisica, la Commissione tratta entrambi i casi con il medesimo protocollo, del quale puoi trovare i dettagli in questa pagina e in quest’altra. Protocolli diversi sono previsti per tutte le patenti diverse dalla A e dalla B.

La visita psichiatrica è richiesta per tutti dalla Commissione medica locale?

Non sappiamo con precisione. Non è facile dare una risposta a questa domanda. Come prima cosa sarebbe bene distinguere tra gli accertamenti per il rilascio e quelli per il rinnovo: può essere che nel primo caso sia richiesta a tutti, nel secondo solo a quelli che ne abbiano motivato l’esigenza nel primo. Per un lungo periodo la Commissione ha richiesto questo tipo di accertamento a tutti sempre e in ogni caso, oggi la situazione sembra cambiata: ad alcuni è richiesto ad altri no. Se ti sarà richiesta la visita psichiatrica consigliamo di seguire l’economica procedura indicata in questo articolo.

Per quanto tempo è valida la patente dopo il rilascio/rinnovo presso la Commissione medica locale?

Dipende. Ricorda: la Commissione può tutto. In genere la validità dopo il rilascio (la prima volta che riprendi la patente) è di 1 anno o 6 mesi se il tasso di alcolemia che è stato accertato all’atto del ritiro era particolarmente elevato (si può ipotizzare sopra gli 1,5 g/L). A seguire la tua patente sarà rinnovata per periodi sempre più lunghi (1 anno, 2, 5 e così via), ma su questo non ci sono garanzie perché la scadenza della richiesta di nuovi accertamenti è a discrezione della Commissione. Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere questo articolo.

Quante volte dovrò effettuare gli accertamenti presso la Commissione Medica Locale, finiranno mai?

Dipende. Per avere un’idea leggi la risposta alla precedente domanda. Il punto è che il Nuovo Codice della strada è in vigore dal 1992, quindi non possiamo sapere cosa accada a più di 25 dalla sospensione della patente di guida. Il problema che CML Roma 1 adesso basta si propone di approfondire è quello dei mezzi tecnici con cui vengono richiesti i nuovi accertamenti: all’Anagrafe degli abilitati alla guida, in caso di sospensione, viene infatti registrata un’ostativa al rinnovo presso i medici di cui al D.L.vo 285/92 art. 119, c. 2. Se nessuno si premura di cancellare quest’ostativa, teoricamente la richiesta di accertamenti ti accompagnerà per tutta la tua esperienza di automobilista.

Gli accertamenti richiesti dalla Commissione medica locale sono obbligatori?

No. Nessuno ti obbliga ad avere una patente di guida valida, ma se vuoi avere una patente di guida valida dopo che ti è stata sospesa per guida in stato di ebbrezza o alterazione psicofisica allora sì, gli accertamenti sono obbligatori.

Che cos’è la Commissione medica locale?

Ciò da cui dipende la tua possibilità di guidare, se rientri nei casi indicati dal D.L.vo 285/92, art. 119, c. 4. O meglio, la Commissione è un gruppo di esperti medici formato da 3 membri di cui uno è Presidente. Il suo compito è di valutare l’idoneità alla guida in determinati casi (se sono sorti dubbi in sede della visita presso i medici di cui al D.L.vo 285/92 art. 119, c. 2, in seguito alla violazione del D.L.vo 285/92 artt. 186, 187, ecc.). La formazione e i compiti della Commissione sono definiti al DPR 495/92, art. 330, che puoi trovare a questa pagina.

Quanto tempo ci vuole per il rinnovo/rilascio della patente presso la Commissione medica locale?

Dipende. È consigliabile iniziare a prenotare la visita medica presso la Commissione 3 mesi prima del termine di validità della patente di guida. La visita potrebbe infatti essere fissata anche a 1 mese dall’atto della prenotazione (anche se i tempi sono soggetti a variazioni), gli accertamenti potrebbero durare 1 mese (se non scegli il protocollo che prevede l’analisi del capello), la Commissione impiega poco meno di 1 mese a esprimere il suo giudizio. È meglio prendere tutto il tempo necessario per una cosa importante come la patente di guida, ma possiamo affermare che al minimo bisognerebbe prenotare la visita medica a 1 mese e mezzo dal termine di validità della patente di guida. Consulta il nostro strumento gratuito rinnovo facile, potrebbe esserti utile! Non ti scordare poi di entrare nell’ordine di idee che se vuoi la patente ti sia rilasciata/rinnovata dovrai anche considerare un preventivo sacrificio per quanto riguarda il consumo di alcol e sostanze.

Posso contestare il giudizio espresso dalla Commissione medica locale?

. Ma nessuno è mai stato soddisfatto di quanto è accaduto. Come per tutti i ricorsi contro provvedimenti amministrativi è possibile ricorrere gerarchicamente al TAR o al Presidente della Repubblica, ma nel caso della contestazione del giudizio della Commissione ti è fornito un altro strumento, che consiste nel rivolgersi agli organi sanitari periferici di Rete Ferroviaria Italiana SpA, seguendo la procedura indicata in questa pagina. Il problema però è che nel mentre la tua patente di guida non sarebbe comunque valida, senza contare che il ricorso ti costerebbe almeno € 500,00. A meno che tu non sia stato veramente vittima di un grave sopruso è sconsigliabile contestare il giudizio della Commissione.

Devo smettere di assumere alcol o sostanze prima degli accertamenti in Commissione medica locale, come posso regolarmi?

Sì, ovviamente devi smettere o almeno diminuire il tuo consumo. Forse sarebbe proprio meglio smettere del tutto con le sostanze e l’alcol, ma CML Roma 1 adesso basta non è un consultorio per problemi esistenziali! L’alcol e qualsiasi altra sostanza che consumi lasciano delle tracce nel tuo organismo, qualcuna per tempi più brevi, qualcuna per tempi più lunghi. Alcune sostanze sono anche in grado, se consumate con regolarità e in dosi elevate, di alterare il funzionamento del tuo organismo in maniera cronica. Gli accertamenti ai quali sarai sottoposto cercheranno di individuare le tue abitudini di consumatore di alcol e sostanze, regolati come vuoi, ma da un mese prima della prenotazione della visita medica sarebbe opportuno moderare le tue abitudini di consumo di alcol e sostanze. Per approfondire visita questa sezione.

Posso scegliere presso quale Commissione medica locale richiedere il rilascio/rinnovo patente?

Per il rilascio no, per il rinnovo teoricamente sì, in pratica sì e no. Le spese per gli accertamenti ai quali sarai sottoposto sono a tuo onere, non rientrano nei LEA (livelli essenziali di assistenza) e non sono coperte dal Servizio sanitario nazionale: non vi è quindi un fondamento per associare l’espletamento degli accertamenti alla tua ASL di appartenenza, di legarli a un vincolo territoriale. Diverse Commissioni accettano infatti richieste che provengono da residenti in municipi esterni a quelli dell’ASL di cui fanno parte: alla Commissione medica locale Roma 1 per esempio affluiscono richieste da diversi comuni laziali. Alle volte si è sentito parlare di persone che si rivolgevano a Commissioni di altre città o regioni nella speranza di spuntare accertamenti più blandi, tempistiche più rapide o validità più lunghe. Ricorda che qui siamo però nel campo dell’incertezza: una Commissione può decidere se accettare o respingere la tua richiesta, mentre le speranze di ottenere trattamenti migliori potrebbero essere frustrate. Valuta caso per caso, informati e decidi.

3 thoughts on “Domande frequenti

  1. Sveva

    Ho sentito dire che ci sono alcune Asl che non richiedono l’analisi del capello. È vero? Quali sono? Ho sentito anche che se decidessi di cambiare quindi da Roma 1 a un’altra Asl potrebbero indispettirsi perché all’ultimo rinnovo mi hanno obbligato al fare il capello ma non posso farlo e sto facendo scadere i 15 gg per poi fare il cambio Asl ma potrebbero ostacolarmi nel cambio Asl o addirittura (questa non l’avevo mai sentita è vera???) richiedere analisi a sorpresa anche tra un rinnovo e l’altro se all’altra Asl dovessi passare il rinnovo. Spero di essermi spiegata bene e di avere qualche conferma, grazie!

    Replica
  2. Azzurra

    Ciao,quindi non è possibile cambiare la Asl?Mio marito voleva passare da Roma1 a Roma3,mi sapete dire se è possibile?Grazie

    Replica
  3. Ale

    Ciao a tutti .voglio darvi alcuni aggiornamenti sulla mia esperienza.. ho appena fatto l’analisi del capello a tor vergata e voglio informare tutti quelli che non sanno per quanto smettere,sappiate che analizzano dai 3ai 4cm ,mi hanno tolto tre ciocche dallo spessore di una penna e fortunatamente ho i capelli più o meno lunghi,ma se avete i capelli corti verrete deturpati.io ho smesso di fumare cannabis da 79giorni ed ho saputo troppo tardi dell analisi del capello altrimenti avrei smesso prima cercando di astenermi per almeno 4/5mesi,con questo periodo non credo di riuscire a farla franca perché prima fumavo tutti i giorni..sappiate anche che tagliando con le forbici lasciano circa mezzo centimetro di capello pulito attaccato alla testa e quindi bisogna regolarsi di conseguenza..spero di essere stata d’aiuto a qualcuno e quando avrò i risultati scriverò così valuteremo se questi 79giorni sono stati sufficienti..ah dimenticavo di dire che per la disperazione ho anche fatto 2decolorazioni nell’arco dell’ ultimo mese(leggende metropolitane lette su internet narrano che possano alterare il risultato a nostro favore )uno le prova tutte…vi farò sapere come è andata…

    Replica

Lascia una risposta

Vuoi domandare qualcosa a CML Roma 1 adesso basta? Assicurati di aver letto le domande frequenti, altrimenti scrivi a domande@cmlroma1-adessobasta.it

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati *