Accesso ai documenti amministrativi

aggiornato il: 13 Ottobre 2019 Stampa pagina Stampa pagina

ATTENZIONE! A questo indirizzo, la ASL Roma 1 fornisce i modelli e un’ampia informativa sull’accesso ai documenti amministrativi (accesso agli atti).

La Commissione medica locale Roma 1, come del resto qualsiasi CML, conserva in un fascicolo tutti i documenti che riguardano l’accertamento della tua idoneità alla guida, in occasione di conseguimento, revisione o rinnovo.

I documenti consistono perlopiù nei referti medici delle varie analisi e visite alle quali sei stato sottoposto, in mezzo potrebbero essere anche conservate le ricevute di prenotazione della visita medica, copie dei tuoi documenti d’identità, altri documenti riguardo al motivo per cui l’accertamento dei tuoi requisiti d’idoneità è demandato alla Commissione, come per esempio il Decreto di sospensione della patente di guida, nel caso questo avvenga ai sensi del D.L.vo 285/92, art. 119, c. 4, lettera c.

La Legge italiana garantisce che tu possa avere accesso a questi documenti, visionarli o ottenerne una copia. In generale, il diritto di accesso ai documenti amministrativi, talvolta anche chiamati “atti amministrativi”, è regolato dalla L. 241/90, artt. 22-28: è logico per esempio che tu non possa accedere ai documenti che non ti riguardano.

Come si accede ai documenti amministrativi?

La L. 241/90, è molto chiara in merito e stabilisce che:

Il diritto di accesso si esercita mediante esame ed estrazione di copia dei documenti amministrativi, nei modi e con i limiti indicati dalla presente legge. L’esame dei documenti è gratuito. Il rilascio di copia è subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione, salve le disposizioni vigenti in materia di bollo, nonché i diritti di ricerca e di visura (L. 241/90, art. 25, c. 1).

Nel caso dei documenti amministrativi trattenuti dalla Commissione, non ci sono diritti di ricerca o di visura, ma ottenere delle copie autenticate, se ne avessi necessità, comporta dei costi aggiuntivi. Nella maggior parte dei casi il costo dell’accesso ai documenti amministrativi ammonta al solo rimborso delle spese di riproduzione, se richiesta.

Per accedere ai documenti è necessario formulare una “istanza di acceso ai documenti amministrativi”, le Amministrazioni in genere dispongono di modelli per questo tipo di richiesta.

L’istanza deve essere «rivolta all’amministrazione che ha formato il documento o che lo detiene stabilmente» (L. 241/90, art. 25, c. 2) e deve essere motivata. Il motivo dell’accesso deve attestare che tua sia giuridicamente configurabile come “interessato”, ossia che tu ti trovi in «una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso», come per esempio il caso in cui tu voglia esprimere un ricorso avverso al giudizio della Commissione. L’istanza può naturalmente essere presentata da un delegato.

Una volta richiesto l’accesso ai documenti sarà necessario attendere una risposta: in genere l’accesso non è immediato, perché l’istanza deve essere valuta e l’Amministrazione, motivando la sua decisione, può respingerla. In caso la richiesta di accesso sia accolta, potrai visionare o ottenere copia dei documenti amministrativi.

Qual è la tua opinione? Lascia un commento su “Accesso ai documenti amministrativi”

Vuoi domandare qualcosa a CML Roma 1 adesso basta? Assicurati di aver letto le domande frequenti, altrimenti scrivi a domande@cmlroma1-adessobasta.it

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *